domenica , 24 Ottobre 2021

Come rafforzare il Microbiota per prevenire le malattie?

Il microbiota è una collezione unica di trilioni di microorganismi che abitano il nostro corpo. Questo complesso ecosistema microbico gioca una parte importantissima per il nostro benessere. Mantenerlo in salute significa prevenire le malattie e aumentare la longevità.

Lo sapevano da Millenni, antiche civiltà come gli Egizi e poi L’umanità si dimenticò di molte pratiche e concetti….  fino alla nascita della prima Medicina strutturata.

 Ippocrate si considera come inizio della  nascita della prima forma di scienza medica, la medicina greca antica uscì dalla fase pre-scientifica, legata a pratiche e credenze magiche e religiose, e si organizzò intorno ad una metodologia decisamente razionale, rigorosa ed empirica.

La medicina ippocratea in primo luogo prese le distanze dalla tradizione religiosa, ossia dalla tendenza ad attribuire le cause di alcune malattie ad una origine divina (come nel caso dell’epilessia): tutte le malattie avevano invece una causa “naturale”. In particolare Ippocrate, riprendendo un’idea che risaliva al pitagorico Alcmeone, sostenne che la malattia insorgesse quando nell’organismo si verificava una rottura dell’equilibrio esistente tra i quattro umori fondamentali (sangue, flegma, bile gialla e bile nera). Inoltre, sempre rifacendosi ad Alcmeone, sostenne che il centro delle sensazioni, delle emozioni e dei sentimenti (oltre che del pensiero) fosse il cervello e non il cuore, come si credeva all’epoca.

Quindi si Inizio a cercare di Collegare le Malattie a dei sintomi ed a Ricercare le cause della loro insorgenza. Nella Nostra epoca Moderna si considera il Corpo come “estetica” … Tutto viene fatto o Basato su come Appariamo…

Si va In palestra per Avere Muscoli e spetto “Tonico” , Si fanno Diete per Avere Un “Bel Fisico” , Ci spalmiamo di Prodotti di Ogni genere per Apparire al Meglio…

Mangiamo solo cose che Hanno un Bel aspetto o sono “gustose”…

Rispondiamo e ci facciamo guidare unicamente dalla parte del cervello che gestisce l’IO e praticamente abbiamo annullato tutta la parte del cervello collegata con il nostro corpo interno quello primitivo e ancestrale..

Ogni Dolore o sensazione “spiacevole” non sono più campanelli di Allarme ma “qualcosa da fermare e azzittire subito”…

La stessa medicina è una medicina che e largamente improntata sul eleminare il sintomo-disagio…

Abbiamo una infinita di farmaci ANTI…. Qualcosa che non curano la causa!

Siamo Ansiosi? Bene i Farmaci spengono o limitano quelle sequenze Bio-chimiche che trasmettono l’informazione… e come se mentre guidate la vostra auto si accende una spia che dice “qualcosa non va” e Voi ci mettete sopra un bel adesivo nero e la luce non si vede più… Voi non vedete più la Lucetta ma essa è ancora accesa e il problema e ancora Li…

Ecco questo è il Modus Operandi della nostra vita Moderna..

Se hai la Febbre si accende l’importante segnale e soprattutto il sistema di controllo che viene attivato dal corpo come contrasto a Virus e Batteri… La Pubblicità e la Nostra testa ci dice di Spengerlo… Quindi “Non possiamo perderci i momenti belli per la febbre…” prendiamo il Tal prodotto e Tac la febbre sparisce … e siccome il “Sintomo” non c’è anche la malattia e andata Via?

No è Li anzi i Virus e i Batteri vi ringraziano gli state facilitando la vita…

Bene, adesso torniamo al cuore di questo articolo, nel Tuo corpo hai una entità che si chiama il Microbiota ma nessuno se ne interessa più di tanto…anzi il 99% delle cose che si fanno e per distruggerlo!

Che cos’è il microbiota?

Sono miliardi di organismi, soprattutto batteri che popolano il nostro intestino. Questo popolo di microbi chiamato microbiota ci aiuta ad assimilare il cibo, ci protegge da molte malattie e ci fa stare meglio.

Il Microbiota è una popolazione di microbi che svolge attività metaboliche e nutrizionali, ha funzione protettiva e stimola la risposta immunitaria di fronte all’attacco di agenti patogeni residenti o arrivati dall’esterno. Tutti i microrganismi dell’intestino, in parte autoctoni e in parte di origine ambientale, fanno parte del cosiddetto microbiota, ovvero l’insieme di tutti i microbi che abitano dentro e sulla superficie del nostro corpo: il loro numero è pari a 10 volte quello delle nostre cellule, che sono circa 10 mila miliardi.

microbiota intestinale è un sottoinsieme del più generale microbiota, ma certamente il più ricco e importante. Pesa circa 1 chilogrammo e mezzo ed è composto da circa 500 specie di batteri diverse tra loro, divise in 45 generi e 14 famiglie: alcune sono utilissime, come Bacteroides thetaiotaomicron, che aumenta enormemente la capacità dell’organismo di metabolizzare i carboidrati, altre invece possono diventare nocive, come il Clostridium difficile, la cui azione in genere viene arginata dalla presenza di altri microbi, ma che in alcuni casi può causare diarrea e febbre.

La popolazione di microbi “buoni” dell’intestino (che sono la grande maggioranza), tra l’altro protegge l’ospite, cioè l’uomo, producendo il muco che fa da barriera tra i microrganismi e le cellule che formano le pareti dell’intestino. Inoltre stimola la risposta infiammatoria e le difese immunitarie nel caso di un attacco al nostro organismo.

UNA DELLE COSE CHE LE PERSONE IGNORANO …
Oggi sappiamo che l’intestino rappresenta uno dei più importanti baluardi immunitari dell’organismo. produce grossomodo il 60-70% delle cellule immunitarie dell’organismo.
quindi cosa succede se questo microbiota si si perde o diminuisce?

Una importate ricerca medica ha stabilito con certezza..

“L’impoverimento del microbiota sarebbe alla base della recente diffusione di patologie tipiche della società contemporanea, come il cancro del colon, le malattie autoimmuni, ma anche dell’obesità, di patologie depressive e disturbi d’ansia. Secondo le ricerche del microbiologo Usa Justin Sonnenburg, quando la nostra dieta si impoverisce di fibre, i batteri abituati a metabolizzarle, non trovandone più a disposizione, attaccano il muco che protegge l’intestino dagli altri microbi e questi ultimi, arrivati a contatto con le cellule intestinali, provocano un’infiammazione.

La proliferazione di batteri “Cattivi” è  legati soprattutto alla dieta ricca di zuccheri e grassi, o più che altro povera di fibre.

Sarebbe proprio l’infiammazione cronica causata dalla dieta errata e dal conseguente assottigliamento del muco protettivo a scatenare le patologie “occidentali” (del resto, quasi del tutto sconosciute alle tribù di mangiatori di fibre). Una dieta più frugale, al contrario, stimolerebbe i batteri a produrre composti chimici utili all’organismo, come il butirrato (che si trova anche nei formaggi stagionati), capace secondo i ricercatori di proteggerci contro alcune malattie come il morbo di Chron, grazie al suo potere antinfiammatorio.”

La Pubblicità di una nota marca ci fa sapere che se “Vogliamo andare al bagno con regolarità basta prendere il loro prodotto… o se abbiamo la pancia gonfia allora si usa questo…” Ma nessun Medico ti dice mai che LA TUA SALUTE E’ GOVERNATA DAL TUO INTESTINO…

Nessuno insegna ai Bambini e ai ragazzi la Giusta alimentazione e come “rifornire” ogni giorno delle basi Nutrizionali il nostro corpo…

Prestiamo estrema attenzione “alla crema viso” per avere una bella pelle e non ci rendiamo conto che se non ci prendiamo cura del di dentro il di fuori sarà lo specchio della nostra cattiva salute…

Nella mia pratica di Naturopata ho visto persone con problemi di salute di anni tornare alla Vita in poche settimane  e Uscire da “malattie” croniche con un semplice protocollo naturale che ripristina il nostro intestino e il microbiota..  Da anni molti Medici e Naturopati usano il Metodo MC un sistema naturale semplice e veloce..

Naturalmente si deve anche verificare e se necessario correggere o modificare la alimentazione e non parlare di dieta ma di Nutrizione… che è ben altra cosa..  e questo il ruolo della Naturopatia aiutare le persone a capire la loro strada di benessere.

concludo questo articolo con qualcosa che dovrebbe farvi riflettere attentamente …

La scienza ha dimostrato che L’Intestino è il “PRIMO CERVELLO” e che La parte emotiva di noi è collegata anche ad alimentazione e batteri intestinali. Si è scoperto che è sicuramente vero che una forte arrabbiatura è in grado di distruggere la flora batterica ed è vero anche che uno stato depressivo non ti consente di recuperare eubiosi in modo semplice di fatto, alcuni batteri del nostro intestino rilasciano dei neurotrasmettitori che “dialogano” direttamente con il nostro cervello tramite il nervo vago.

Ecco perché LA PAURA, ANSIA e altre situazioni emotive creano un pericoloso corto circuito…

La “paura” genera una situazione che distrugge la Flora batterica … La flora batterica perde la sua capacita di creare  60-70% delle cellule immunitarie dell’organismo e questo indebolisce la nostre difese immunitarie esponendoci alle malattie.. La malattia crea ANSIA e PAURA ..

Ecco perché le persone stressate o molto ansiose si ammalano facilmente mentre quelle “gioiose” e “tranquille” godono di una salute quasi sempre ottima.

Come diceva l’antica medicina “mente sana in Corpo sano” …

Questo argomento è davvero complesso e vasto e so di averne solo accennato brevemente in questo mio articolo, se volete approfondire o Avete domande, Volete saperne di più, Potete richiedere una consulenza gratuita alla mia mail personale.

Roberto Pedaletti Naturopata

  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Circa redazione

Il Giornale dei Castelli Romani e Monti Prenestini. Notizie, inchieste, approfondimenti, aggiornamenti in tempo reale, interviste e dirette.

Vedi anche

Rugby Frascati Union 1949: due squadre femminili faranno i campionati ad adesione facoltativa

Il Rugby Frascati Union 1949 riparte. O meglio tornerà presto a fare attività federale. La …

Volley Club Frascati, bell’esordio dell’Under 13 femminile. De Gregorio: “Oltre le previsioni”

Era un anno che non potevano “sfogarsi” sul campo per una partita ufficiale. Ma l’Under …

Football Club Frascati, in “zona rossa” ripartono videolezioni e video “didattici” per gli esercizi

La decisione di “colorare di rosso” la regione Lazio (per almeno due settimane) è stato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *