lunedì , 26 Settembre 2022

Salvini atteso oggi a Marino – nota del PSI

Riceviamo e pubblichiamo una nota del PSI di Marino:
“Gentile Senatore Salvini,
siamo venuti a conoscenza della sua presenza a Marino il prossimo 9 settembre a Piazza San Barnaba,
Una piazza storica che ha visto nel tempo ogni tipo di manifestazione, tra cui i discorsi dei podestà e le lotte dei contadini per la coltivazione delle terre. Una piazza che raramente ha contestato qualcuno, specchio di una comunità democratica che quindi, per dirla alla Pertini “tranne per il fascismo, darebbe la vita per permettere a qualsiasi persona di esprimere liberamente le proprie opinioni”.
Un popolo come quello marinese è esempio di ascolto ma anche di praticità, di lavoro, di concretezza, qualità che sicuramente derivano da famiglie di lavoratori e dal loro lavorio faticoso delle terre e delle vigne.
Tale popolazione va rispettata anche per l’innata capacità di sintesi e pragmatismo.
Ci permettiamo quindi di suggerirle di non cercate di imbonirlo, bensì di raccontare le cose come stanno.
Ad esempio potrebbe chiarire alcuni punti sulla crisi energetica che aspetta le famiglie e i lavoratori italiani; è falso sostenere che la crisi energetica è dovuta alle sanzioni, eccetto il carbone infatti, non ci sono attualmente sanzioni sulle fonti fossili russe, le restrizioni sul petrolio entreranno in vigore nel 2023, mentre sul gas non sono attualmente contemplate. Semmai le recenti dichiarazioni di Putin che prima affermava che il gasdotto Nord Stream fosse in manutenzione per poi chiuderlo definitivamente minacciando di non erogare gas ai paesi che, salvaguardando gli interessi della propria popolazione, introdurranno il price cap.
Ricorderà sicuramente a tutti i presenti che lei insieme alle destre, ha sfiduciato il Governo Draghi, lo stesso governo in carica per gli affari ordinari al quale chiedete straordinariamente di occuparsi della crisi energetica, mandando Draghi a contrattare, da premier dimissionario, delicatissimi accordi economici.
Se poi lei riterrà di chiedere alla piazza di sostenere lo stop alle sanzioni, la prego di specificare ulteriormente i suoi rapporti con la Russia e con Putin, che idolatra da tempi non sospetti e con il quale da anni ha intrapreso una stretta collaborazione “tra partiti”.
Data la sua esperienza come ex Ministro degli Interni del governo Conte I, sappiamo che uno dei suoi must è l’immigrazione, sulla quale sicuramente ha una visione diametralmente opposta alla nostra europeista e accogliente. Dovrebbe iniziare con un discorso generale/umanitario sul perché bisognerebbe lasciare delle anime che scappano da situazioni difficili in mare per giorni, potrebbe poi approfondire specificando che i migranti “A CASA LORO” probabilmente la casa non la hanno più, poiché nel migliore dei casi “A CASA LORO” troverebbero la guerra civile. Inoltre fermare gli sbarchi costerebbe all’incirca 45 milioni di euro l’anno, cifra abbastanza irraggiungibile se da considerarsi nella sostenibilità del bilancio dello stato.
Potrebbe specificare che da quando si è aperta la crisi di governo, dai porti della Cirenaica, sotto il controllo del generale Haftar, supportato dai mercenari russi del Gruppo Wagner, stiano partendo molti più migranti rispetto gli ultimi due anni.
Precisata questa parte internazionale, potrebbe passare poi agli affari interni del Paese, parlando ad esempio delle motivazioni che spingerebbero chi paga le tasse costantemente in base a quello che possiede ad affidarsi alla stessa aliquota raggiungibile dai milionari e da chi le tasse non le ha mai pagate.
Potrebbe svelarci il segreto di come sia riuscito a farsi dilazionare in 80 anni i 49 milioni che la Lega non ha versato allo stato, quando i giovani non riescono ad accedere al mutuo per pagare la propria casa.
Potrebbe spiegare alla piazza come mai è stato a Redipuglia proprio in questi giorni, dato che da Ministro degli interni le occasioni non sono mai mancate, li sì che è stato contestato, al di là della magnificenza del razionalismo mussoliniano, si è reso conto che sta facendo campagna elettorale su di un cimitero?
Siamo certi che la stragrande maggioranza dei marinesi apprezzerà solo se sarà sincero.

La Sezione PSI di Marino”

Circa Redazione

Vedi anche

Roma, Mario Draghi si dimette

Mario Draghi si è dimesso. Mattarella si prepara a sciogliere le Camere Il capo dello …

Draghi, dimissioni decisione sofferta e dovuta

Nel discorso di stamattina il premier rivendica gli obiettivi raggiunti, dal Pnrr alla campagna vaccinale fino ai sostegni …

Albano Laziale – Opposizioni contro Borelli “La firma all’appello per Draghi è sostanziale si al termovalorizzatore. Doveva consultare ilConsiglio Comunale”

“Scopriamo solo da Facebook che il sindaco di Albano ha firmato la petizione con cui …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.