domenica , 28 Novembre 2021

PSI Marino – Divino Amore, siamo veramente fuori pericolo?

Nei giorni scorsi la Corte Costituzionale si è pronunciata favorevolmente all’ampliamento del Parco dell’Appia Antica, ribaltando di fatto la sentenza del TAR che si era pronunciata a favore delle lottizzazioni. La notizia è stata accolta con grande entusiasmo sui social e in paese non si fa altro che parlare di una grande vittoria. Ma le cose, stanno veramente così?

Secondo l’On. Giulio Santarelli non siamo ancora fuori pericolo e pone l’attenzione su due punti fondamentali:

«Caro Sindaco, Il pronunciamento della Corte Costituzionale che annulla la sentenza del TAR del Lazio che a sua volta, aveva accolto le ragioni dei lottizzatori di Via del Divino Amore, è una tappa fondamentale per la tutela e la salvaguardia del paesaggio e dei territori agricoli.

Questo pronunciamento va salutato con un forte applauso da parte della comunità marinese e con la gioia di tutti coloro che si sono battuti contro lo scempio sin dal 2011.

I motivi sottolineati dalla Corte Costituzionale sono un chiaro sostegno a difesa dell’interesse pubblico e vanno molto oltre le ragioni rappresentate dalle memorie degli avvocati del Comune e della Regione.

Restano aperte due questioni non sottoposte all’esame della Corte Costituzionale: le lottizzazioni di Mugilla e Mazzamagna; non comprese nel perimetro indicato dalla Legge Regionale che estende il vincolo del Parco dell’Appia Antica. La Corte Costituzionale afferma inoltre il principio della non retroattività delle leggi e dei ricorsi privati presentati prima dell’approvazione della Legge Regionale. Questo a noi appare, ad una prima lettura delle 24 pagine fitte del pronunciamento della Corte Costituzionale.

La questione, a nostro avviso, non può e non deve considerarsi conclusa e richiede una ampia e vasta consultazione di tutte le forze politiche e civiche, indipendentemente dalla loro rappresentatività in Consiglio Comunale, dato che la salvaguardia di quel territorio, comprese le lottizzazioni di Mugilla e Via Mazzamagna, è interesse dell’intera Città e non solo dell’Amministrazione comunale pro-tempore.

Siamo perciò a chiederle di convocare una conferenza pubblica, all’occorrenza su piattaforma digitale, da trasmettere anche in streaming, con la partecipazione dei partiti politici e liste civiche, che sono già in campo per le prossime elezioni amministrative.

Vogliamo esprimere l’auspicio di una sua condivisione della nostra proposta e aspettiamo fiduciosi una sua risposta in tempi brevi».

On. Giulio Santarelli

Circa redazione

Il Giornale dei Castelli Romani e Monti Prenestini. Notizie, inchieste, approfondimenti, aggiornamenti in tempo reale, interviste e dirette.

Vedi anche

Ad Albano pomeriggi di letteratura a Palazzo Savelli

Da oggi, 18 novembre, tornano ad Albano Laziale gli incontri culturali targati 𝑪𝒊𝒓𝒄𝒐𝒍𝒐 𝑳𝒆𝒕𝒕𝒆𝒓𝒂𝒓𝒊𝒐. Parte …

Maxi frode fiscale, Palozzi:” Sono estraneo ai fatti”

Fa discutere la  maxi frode fiscale tra Pomezia e Anzio portata a galla dalle indagini condotte …

Palozzi e Monghese indagati per una presunta frode fiscale da 4 milioni di euro

Sono due nomi di primo piano quelli coinvolti nell’operazione della Guardia di Finanza che contesta una frode …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *