martedì , 7 Febbraio 2023

Gallicano: settimana dedicata a “D’amore si vive…Non si muore”

A Gallicano nel Lazio continua, fino a domenica 27 novembre, il calendario di incontri racchiusi dall’iniziativa “D’Amore si vive…Non si muore”, una carrellata di eventi, completamente gratuiti, che fanno convergere tante realtà di pregio, unitesi per contrastare la violenza di genere. Qualificano l’iniziativa il patrocinio del, Comune di Gallicano nel Lazio e de I Castelli della Sapienza. Tra le organizzatrici anche Rossella Lattanzi, operatrice del 118, una donna piena di splendida energia e sempre in prima linea a sostenere le ‘vittime’ di ogni genere e sensibilizzare tutte le fasce d’età su temi socio-educativi importanti.

L’occasione ci offre l’opportunità di tornare ad intervistare la vulcanica Rossella che abbiamo avuto protagonista della nostra puntata “Storie di Monolite” in cui (a questo link) racconta la forza, encomiabile, con cui ha saputo trasformare la perdita dell’adorato figlio Antonio (Ravagnoli- prematuramente scomparso nel 2014 a causa di un incidente stradale) per farsi testimone di come, da un’esperienza così drammatica, si possa trovare la forza per continuare ad essere attivi e donarsi alla comunità a cui si sente di appartenere, trasformare una tragedia in una nuova possibilità di esempio di vita.

Nel portare avanti gli obiettivi che contraddistinguono le diverse attività e progetti Rossella Lattanzi si distingue per l’attenzione a coinvolgere le nuove generazioni. Impegno che continua a sviluppare mettendo in atto, da diversi anni, tante iniziative con le scuole attraverso l’associazione ‘Una canzone per te’, dedicata al figlio Antonio e nata dall’omonimo libro di cui è autrice.

Oggi Rossella Lattanzi si sta dedicando, in corrispondenza del compleanno di Antonio, a realizzare un ciclo di incontri per contrastare la violenza di genere.

Rossella, come è nata l’idea di realizzare questa ‘7 giorni contro la violenza’ a Gallicano?

“Da un gruppo di amiche, infatti siamo in sei, tutte donne che, a settembre scorso, hanno ideato ed organizzato questa manifestazione. Insieme abbiamo organizzato una settimana di eventi legati alla giornata contro la violenza sulle donne, che ricorre il 25 novembre di ogni anno. Abbiamo scelto di rivolgerci innanzitutto ai bambini perché i bambini sono i futuri adulti che desideriamo sensibilizzare affinché scongiurino nella loro vita, sin da piccoli, atteggiamenti di bullismo che poi possono degenerare in violenze e soprusi di varia natura.
Bisogna abbattere il muro del silenzio. Tutti devono parlare fin da piccoli di temi come la violenza di cui sono vittime, purtroppo, specialmente le donne. Ovviamente parlarne nelle dovute modalità che consentano al bambino di sviluppare una adeguata attenzione e sensibilità ad accogliere tutto ciò che potrebbe percepite come altro o diverso da lui. La matrice da cui si scatena la violenza è la stessa che causa tutti i fenomeni di sopruso: la sopraffazione. Sopraffazione da combattere per tutti con rispetto, amore e sensibilità. Si racchiude sempre tutto in una parola: amore, amore come libertà di essere ed esprimersi ad ogni età e in ogni contesto.”

Perché non presenta ai Lettori di Monolite Notizie le altre cinque donne con cui condivide questo progetto?

“Con molto piacere. C’è Tamara Paolucci, presidente della associazione ‘Mira all’eccezione’ che domenica 27 novembre vi dà appuntamento con lo spettacolo teatrale intitolato ‘La rivalsa delle streghe’ di Viviana Simone. Lo spettacolo è destinato ad adulti e bambini ed affronta in modo ironico e fantasioso il tema della violenza.
Poi ci sono Alessandra Savoi e Sara Quattroventi che, entrambe con grande energia, si occupano degli aspetti tecnici in particolare dello scenografico allestimento della scalinata di San Rocco con le scarpette rosse, simbolo della lotta contro la violenza ai danni delle donne. L’ allestimento può essere apprezzato ogni giorno e per tutta la durata della manifestazione, dunque fino a domenica 27 novembre.”

Può illustrarci come vi siete organizzate per svolgere i sette giorni di iniziative?

“Abbiamo condiviso tutto il percorso insieme. Oltre a me e alle altre amiche di cui ho già parlato, fanno parte del nostro gruppo, anche Veronica Galli e Michela Tronti che si sono dedicate a tutti gli aspetti organizzativi ed alla gestione dei contatti utili alla buona riuscita di queste giornate di iniziative.
Sono orgogliosa e felice di portare avanti questa iniziativa con sei donne tutte di Gallicano, il luogo che amo e voglio vivere sapendolo sereno e privo di qualunque violenza.”

Gli incontri si terranno tutti presso il Centro Polivalente ‘La Vignaccia, nel comune di Gallicano nel Lazio?

“Quasi tutti ad eccezione di quello svolto di mattina, che invece si terrà in piazzale Montessori
venerdì 25 novembre. Venerdì mattinata, infatti inizieremo proprio con la manifestazione in piazzale Montessori che coinvolge le scolaresche di Gallicano. I piccoli dell’asilo e delle elementari si sono impegnati molto ed hanno già realizzato dei lavoretti che, al raduno sotto le scuole, verranno illustrati alla platea che include alcuni bambini delle elementari e medie.”

Rossella Lattanzi, può illustrare ai Lettori di Monolite l’evento che presenterà proprio lei sabato 26 novembre, alle ore 15:30, sempre presso il Centro Polivalente ‘La Vignaccia’?

“L’iniziativa di sabato 26 l’abbiamo progettata come fosse un incontro, non un vero e proprio convegno, con lo scopo di stimolare conversazioni per educare ed informare il pubblico su ciò che individui ed organizzazioni possono fare per limitare il più possibile questo fenomeno e dare maggior voce alle donne vittime di violenza. È fondamentale sostenerle, accoglierle e credere a ciò che dicono. Esistono associazioni che danno ascolto e che materialmente intervengono, accogliendo le donne nelle adeguate modalità; anche questo è importante.
Tutte le nostre attività, anche se di natura diversa, hanno l’unico scopo di ridurre il fenomeno della violenza contro le donne.”

Rossella, ci parli di questo titolo: ‘L’uomo nero non esiste’.

” L’ho scelto parlandone con l’avvocata Fabiola Salvati, anche lei di Gallicano, che partecipa come relatrice all’evento. Lei è sempre più contenta di aver accettato questo invito e partecipare a questo progetto. ‘L’uomo nero non esiste’ è il titolo tratto dal libro omonimo scritto da Simona De Cupis che interverrà personalmente. Poi abbiamo come ospiti Argia Simone che è presidente dell’associazione ‘Socialmente Donna – Centro Antiviolenza dedicato a Maria Manciocco’, Angela Renda, originaria di Torino che oggi vive Zagarolo, offrirà la sua testimonianza al pubblico. Interverrà poi Massimiliano Sera Polselli, Ricercatore di Filosofia Teoretica della London Univ.Sel.Ph.D. , che, partendo dall’idea antropologica per cui la Donna incarna per prima, all’origine dell’umanità, la nascita della ‘sapienza’ , in un percorso avvincente da Aristotele a Dante, tra miti, filosofia e letteratura accentuerà il lato quasi salvifico e ancestrale della donna come ‘portatrice’ di vita.”

Rossella, ricordiamo che nella puntata ‘Storie di Monolite’ lei ci rivelò la forza salvifica del cantare, anche in questa occasione la musica accompagnerà appuntamento?

“Certo! Ci saranno anche delle esibizioni canore da parte di Daniela Ciampitti, vocal coach dell’Artists Academy, ed Astrid Paschina, ragazza di Colleferro, già allieva della citata scuola, ora in selezione per Area Sanremo 2023. Le accompagnerà alle tastiere il musicista e cantante Gianluca Sabbi, di Gallicano, molto conosciuto, bravissimo e sempre presente e disponibile. Al termine del pomeriggio di sabato, ci farà piacere intrattenere tutti gli ospiti con un brindisi per ringraziare il pubblico che interviene e tutti coloro che ci sostengono e che stanno aiutando, a vario titolo, per la buona riuscita di tutta la manifestazione.”

Si ricorda che tutti gli appuntamenti dell’iniziativa “D’amore di vive… Non si muore” sono ad ingresso libero e gratuito.

Alessandra Battaglia

 

Circa redazione

Il Giornale dei Castelli Romani e Monti Prenestini. Notizie, inchieste, approfondimenti, aggiornamenti in tempo reale, interviste e dirette.

Vedi anche

Insieme con-tatto: ad Ariccia dal 2 al 5 Febbraio quattro giorni dedicati alla tattilità

Dal 2 al 5 Febbraio 2023 Ariccia ospita quattro giornate dedicate al tatto, uno dei …

Finissage L’atroce istinto della libertà Pier Paolo Pasolini e la Nuova Figurazione 29 gennaio Museo Atelier di Castello Colonna Genazzano

Domenica 29 gennaio, in occasione della chiusura della mostra L’atroce istinto della libertà, Pier Paolo …

“Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” a CIAMPINO sabato 28 gennaio

Tornano a grande richiesta anche per la provincia, nell’ambito del week-end romano, le bancarelle del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *