sabato , 25 Settembre 2021

“Monolocale”debutta al Brancaccino

Dal 30 luglio al 6 agosto il Brancaccino ospiterà “Monolocale – Una carovana di storie fatte in casa” spettacolo che porta in scena tanti racconti nati da un’idea di Daniele Coscarella. Ogni sera dalle 21:30 il gruppo del Collettivo porterà dentro lo spettacolo il pubblico perchè lo spettacolo è una home comedy di performance teatrale, ambientato tra le quattro mura di in un Monolocale. Così gli spettatori si immergeranno in una casa /spettacolo coinvolgente e piena di storie, parole, musica e colpi di scena. Mattatori della serata sono gli attori che vestiranno i panni degli inquilini, con i loro monologhi che nascono da un vissuto quotidiano. Il risultato è un’esperienza tragicomica collettiva, dove il pubblico si sente parte integrante della serata e protagonista dei temi scelti. Improvvisazione, ritmo e divertimento saranno gli ingredienti di un evento da ricordare. Non c’è palco o quarta parete, ma solo un ipotetico salone di casa.

Gli artisti coinvolti sono Cristina Chinaglia, Daniele Coscarella, Dario Tacconelli, David Marzi, Emanuela Panatta, Giulia Fiume, Giulia Maulucci, Marco Landola, Rosario Petix. Le musiche che accompagneranno le performance sono a cura di Adriano Russo. La regia porta le firme di Daniele Coscarella e Dario Tacconelli.

Sottolineano gli artisti del collettivo Monolocale: «Hanno riaperto i teatri e ovviamente noi ci ritroviamo in un tendone da circo. Dopo un anno di cattività siamo pronti a raccontarci in grande stile, casa nostra spalanca le braccia per accogliervi al meglio. In una cornice unica nel suo genere, attori balbuzienti, scrittori disgrafici e narcisi patologici, daranno vita ad un’esperienza tragicomica collettiva tra storie, risate, musica e colpi di scena. Lo spettacolo più mostruoso dell’estate dove le bestie siamo noi».

Monolocale Produzioni Associazione di promozione sociale, nasce ufficialmente nel giugno 2020 per volontà dei tre soci fondatori Daniele Coscarella, Emanuela Panatta e Dario Tacconelli. «Obiettivo è trovare una modalità, uno spazio, un tempo per provare a promuovere il proprio lavoro di scrittura e performance, cercando di rivitalizzare un movimento creativo senza l’ossessione del risultato. In secondo luogo alla base c’è un’esigenza sociale: riscoprire un’intimità con il pubblico attraverso un veicolo da sempre propulsore di benessere come il Teatro. La ricerca di luoghi incontaminati dove incontrarsi e sentirsi in ascolto, respirando un’aria di benessere e cultura che sfocia in una sola bellezza».

Per raccontare la loro avventura in scena così si esprimono: «In sei anni – dicono dal collettivo – abbiamo fatto spettacolo in più di 80 repliche tra case e teatri in tutta Italia. Uno spettacolo con attori che raccontano storie di vissuto e vita quotidiana. Attraverso le professionalità del direttivo la piccola casa teatrale, un monolocale appunto, ha ospitato numerosi professionisti “inquilini”, come Massimiliano Bruno, Rocco Papaleo, Cristina Chinaglia, Emanuela Panatta, David Marzi, Giulia Fiume, Adriano Russo, Micol Pavoncello, Massimo Ceccovecchi, Emanuela Fanelli, il duo Tato e Filippo, Marco Landola, Shara Guandalini, e tantissimi altri.

Grazie a un continuo confronto, “Monolocale” è uscito dalle “pareti” di casa ed è prima approdato in terrazze e giardini privati, poi in altre città (come Jesi, Lecce, Milano, Torino) per arrivare, infine, in teatri sempre più grandi, come lo Spazio Diamante e Sala Umberto nel dicembre del 2019».

«Attraverso le professionalità del direttivo, subito dopo la faticosa esperienza del lockdown, forte delle rinnovate energie, la nostra Associazione ha trovato la chiave per rompere la barriera delle paure legate al contagio e ha ideato ben due format che hanno riscosso un grande successo: Bus.T, ovvero un percorso culturale itinerante a bordo di uno dei caratteristici Bus Hop On Hop Off, per riscoprire la storia di Roma e Monoroad, cioè percorsi itineranti eco sostenibili a tappe, per muoversi in piena libertà con monopattini elettrici volti a riscoprire la storia di Roma». 

E la motivazione illustrata è ineressante: «Bisognava trovare qualcosa per riportare il Teatro in strada, – conclude il team- abbiamo ritrovato nel teatro itinerante la nostra missione estiva. Nell’arco di un solo mese, entrambi i format hanno raccolto numerosissime adesioni in città, riscuotendo successo e curiosità anche da parte dei media».

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Circa Alessandra Battaglia

Per Alessandra scrivere è come respirare, naturale e necessario. Solare e perfettamente nel suo elemento davanti ad un pubblico reale o virtuale che sia, Alessandra ha avuto modo di condurre interviste, festival ed eventi culturali per stampa e TV fin dal 2000. Per molti anni ha curato il settore cultura di diversi giornali locali con incursioni sui nuovi media fino a quando insieme a Gianni e David hanno dato vita a Monolite Magazine che fonde le passioni del trio fotografia, video e scrittura.

Vedi anche

25 e 26 settembre GEP 2021: gratis visite ai musei

Sabato 25 e domenica 26 settembre Roma Capitale aderisce all’edizione 2021 delle Giornate Europee del Patrimonio (GEP) con una …

Visite guidate alla riscoperta delle Mura Aureliane

Storia, arte, poesia e musica si intrecciano nel programma “Intorno alle Mura” volto ad accendere …

Michela Cescon, Anna Foglietta e Paola Minaccioni aprono l’autunno di Spazio Rossellini

Domenica 26 settembre 2021 sarà un effervescente trio di attrici ad inaugurare lo Spazio Rossellini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *