martedì , 11 Maggio 2021

Marino – Raccolta differenziata, cittadini esasperati. L’opposizione? fa la tombola

Che a Marino la raccolta differenziata è una realtà rispetto al passato è un dato di fatto, ma che, a distanza di due anni, il sistema continua ad essere lacunoso è altrettanto vero. Sono tantissime le segnalazioni di cittadini esasperati per la mancanza del servizio; c’è da dire anche che sono ancora molti, forse troppi, i cittadini incivili o irregolari che quotidianamente abbandonano l’immondizia per le strade.

Dopo una massiccia campagna informativa iniziale e dopo promesse e un continuo scarica barile di responsabilità tra Amministrazione e Multiservizi, a rimetterci sono ancora una volta i cittadini. Anche in questo anno di pandemia da coronavirus non sono mancate le polemiche e presunti disservizi per i rifiuti speciali lasciati per giorni abbandonati per strada. La tanto attesa isola ecologica di S.

Maria, dopo anni di promesse e annunci, ancora non c’è; anzi, da quanto ci risulta si sarebbe aperto addirittura un contenzioso con il Comune dopo che l’attuale Amministrazione avrebbe tentato di espropriare un terreno privato. In tutto questo le opposizioni cosa fanno? La Tombola.

Questa mattina un cittadino esasperato – da indiscrezioni riconducibile ad una attività commerciale del centro storico – ha pensato bene di abbandonare l’immondizia non raccolta davanti le scale del Comune. C’è da dire anche che il Centro Storico di Marino per la sua conformità fisica e per l’enorme percentuale di abusivismo ha dato non pochi grattacapi:

Al Centro Storico la raccolta differenziata parti con un anno di ritardo rispetto al resto del territorio proprio per le sue difficoltà. In un primo tempo si pensò a delle isole ecologiche con tanto di tessere proprio per venire incontro alle esigenze particolari dei cittadini, spesso anziani e a case piccole che non permettevano di accogliere ben 5 secchi per la differenziata.

Per qualche strano motivo molti cittadini si sono riuniti in un comitato per bocciare questa proposta e adottare il sistema di raccolta differenziata come nel resto del Comune, con l’unico risultato che per il Centro Storico ci sono più secchi dell’immondizia di prima e la raccolta, da parte degli operatori, è diventata più complicata anche perché le automobili spesso ostruiscono l’accesso ai vicoli e piazzette. La questione abusivismo poi non è andata oltre lo sprint iniziale: molte sono ancora le utenze sconosciute al Comune.

Una lunga serie di causa ed effetto che ha portato a questo gesto eclatante di questa mattina.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Circa Gianni Alfonsi

Ciao, mi chiamo Gianni e sono un marito, un padre e un fotografo. Vivo a Roma, ma lavoro in Italia e all’estero. Amo dormire con le finestre aperte d’estate. Mi diverto a fare le buche in spiaggia, amo gli abiti vintage, ma non li indosserei mai, mi piace guardare la pioggia dietro la finestra. Il Reportage, il Teatro, e la fotografia di Matrimonio sono le mie grandi passioni. Sono affascinato dallo Story telling, dal reportage. Mi piace raccontare storie.

Vedi anche

Rocca Priora celebra l’82ª Festa del Narciso

Il 9 maggio 2021 mostra e flash mob floreale in collaborazione con la Pro Loco …

Grottaferrata calcio a 5, mister Piscedda soddisfatto: “Buona la prima al torneo Provincia di Roma”

Debutto vincente per il Grottaferrata calcio a 5 nel torneo “Provincia Roma” che si disputa …

Frascati Scherma, De Maria: “Contento per la mia prima qualificazione ai campionati italiani”

Compirà 24 anni nel prossimo mese di giugno quando si disputeranno i campionati italiani a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *