domenica , 1 Agosto 2021

Auditorium di Palestrina: Torre e Tagliacozzo, nuova gestione e direzione artistica

Lo scorso fine settimana si è tenuta l’inaugurazione dell’Auditorium Pierluigi da Palestrina.

La novità più grande è la nuova la gestione che è stata affidata all’Associazione “Arte Madre” di cui è presidente Andrea Torre (nella foto che segue).

 

Il nuovo gestore Torre ha investito dell’incarico della direzione artistica a Claudio Tagliacozzo, da anni attivo con l’associazione “Marionette senza fili” presso il teatro comunale di S. Cesareo.

(In foto da sinistra: Andrea Torre, S.E. Monsignor Parmeggiani, Claudio Tagliacozzo)

Altra novità da tenere in debita considerazione riguarda la logistica: in particolare l’accesso all’Auditorium è stato ripristinato all’ingresso nella più centrale Piazza S. Maria degli Angeli, proprio dal portone nell’angolo sotto i portici; mentre l’altra entrata, quella sita lungo via delle Monache, sarà destinata all’accesso per artisti e persone diversamente abili, grazie alla possibilità di accedere anche con carrozzine.

Per quanto riguarda le iniziative che verranno portate avanti è intenzione del nuova gestione fare in modo che l’Auditorium “Giovanni Pierluigi” continui ad essere un simbolo di cultura, a diffondere l’arte del teatro e dello spettacolo con tante altre novità che verranno illustrate in autunno, precisamente ad ottobre 2021, alla riapertura della stagione.

Teatro, musica e danza saranno il cuore portante delle future attività ospitate in questa sede sempre cara sua ai Prenestini sua a tantissimi altri frequentatori che negli anni hanno seguito le iniziative dell’Auditorium Pierluigi.

In occasione della cerimonia inaugurale S.E. Mons. Mauro Parmeggiani, Vescovo della Diocesi di Tivoli e Palestrina, a cui è stato simbolicamente affidato il compito del taglio ufficiale del nastro, dopo la benedizione dei luoghi, si è espresso come segue.

“Credo che voi abbiate una gran missione: far passare i valori della cultura; spero che oltre agli spettacoli  qui ci saranno anche occasioni di presentazioni di libri iniziative culturali a 360° per poter trasmettere questi valori e creare anche dei dialoghi con le persone che vengono, per avere occasioni di scambio culturale perchè il Vangelo sta da una parte, il mondo dall’altra e c’è bisogno di dialogare. Quindi io spero che questo Auditorium sia il luogo del dialogo. In fondo i teatri sono luoghi di scambio, quindi, con questi sentimenti, io auguro ogni bene a tutti quanti voi che vi siete tanto impegnati per questa realizzazione in cui coinvolgerete anche il canto ed il ballo”

“Si, -interviene il direttore artistico Tagliacozzo- faremo anche pittura, scultura, mostre al piano inferiore”.

“Ecco-conclude S.E.  il Vescovo Parmeggiani– queste sono le cose buone affinchè salti fuori il buono ed il bello che c’è nel cuore di ogni uomo. Non ci crediamo più perchè vediamo solo il brutto, i mass media mettono in mostra il brutto, invece qualche messaggio buono e bello è importante darlo e se riuscite anche a farci sorridere fate già tanto perchè in questo mondo c’è bisogno di sorridere ogni tanto. Grazie e, non dico in bocca al lupo, ma che Dio vi benedica”.

La serata è proseguita con una conferenza stampa dove sono state illustrate le altre novità introdotte nell’Auditorium e i progetti artistici per il futuro. “Oggi vi presentiamo un Auditorium Pierluigi in versione 2.0 – ha dichiarato Andrea Torre- con un aspetto più giovanile e più moderno, con colori nuovi, abbiamo scelto il blue del sipario e il tortora per gli ambienti. Abbiamo riorganizzato tutto, anche gli impianti, e poi abbiamo voluto dare l’opportunità di inserire l’Auditorium nel circuito Viva Ticket. Sarà possibile acquistare i biglietti da piattaforma digitale. Ringrazio tutti voi che sarete il nostro bigliettino da visita”.

Il direttore artistico Claudio Tagliacozzo ha sottolineato con passione l’amore per il teatro e l’impegno con cui svolgerà l’incarico: “Vorrei diffondere la cultura del teatro come cultura dell’alternativa. Innamorarsi della parola teatro che è l’anagramma di attore, innamorarsi di qualcuno perchè fa un mestiere con passione. Questo è successo a me, quando ero studente e seguii un corso di teatro. Da allora mi sono innamorato di questo mestiere per questo vorrei diffondere questa mentalità del teatro continuo e vivo e vorrei che attraverso le iniziative che faremo qui all’Auditorium altri, come me, abbiano questa opportunità”.

Durante la conferenza il Sindaco di Palestrina Mario Moretti ha salutato i presenti e ringraziato l’associazione per l’impegno preso nel portare un contributo affinché questa nuova gestione sia foriera di una diffusione di cultura a 360 gradi e non solo per i concittadini Prenestini ma aperta a tutto il più ampio territorio del comprensorio ed oltre.

Il sindaco di Palestrina Mario Moretti, dopo i saluti istituzionali alle altre autorità, ospiti e pubblico presenti,  ha dichiarato: “Ricominciare questa sera dalla cultura e dal teatro è la cosa più bella che potevate regalarci! Spiace che non possiamo riempire tutto l’Auditorium, ma speriamo di farlo a breve. Oltre a fare teatro voi vi impegnate nella solidarietà e avete altruismo verso gli altri e quindi unite queste due cose, ciò vi rende grande onore. Da parte mia ho una grande ammirazione per voi.

(In foto il sindaco di PalestrinaMario Moretti, il gestore dell’Auditorium di Palestrina Andrea Torre ed il direttore artistico Claudio Tagliacozzo)

Abbiamo inaugurato da poco, sabato scorso, con il sindaco di S.Cesareo la splendida autoemoteca parcheggiata qui all’ingresso. Si tratta di una iniziativa che nasce grazie al Maggiore Tom, grazie ad Andrea e quindi è nata anche una bella storia tra le nostre due comunità che si sono strette intorno ad Andrea, a cui poi si è aggiunto tutto il territorio. Speriamo che con questa autoemoteca ci sarà la possibilità di fare le tipizzazioni dappertutto, sabato partirà da S. Cesareo, passerà per Palestrina e girerà un po’ tutto il territorio perchè grazie ad essa riusciremo a dare tanta speranza a chi ne ha bisogno.

I dati dei contagi del coronavirus sono confortanti, anche gli altri sindaci lo sanno. Su Palestrina siamo intorno alle dieci persone positive al virus quindi, se penso che un mese fa ne avevamo 160, vuol dire che stiamo vedendo la luce in fondo al tunnel. Però, come dice Sua Eccellenza Parmeggiani, anche l’anno scorso avevamo una situazione così; quindi dobbiamo essere ancora molto prudenti e speriamo che poi la stagione teatrale parta alla grande. Oggi è la prima riapertura di un posto al chiuso, grazie anche a Sua Eccellenza che ha accolto le vostre associazioni, sia Arte Madre sia Marionette Senza Fili, e spero che collaborerete anche con le nostre associazioni perchè abbiamo un grande patrimonio da questo punto di vista. Spero che non le dimentichiamo perchè hanno calcato spesso questo palco e mi auguro che nasca una grande sinergia tra voi perchè la cultura è il motore di tutto, in bocca al lupo per tutto!”.

Altra novità è rappresentata dalla collaborazione con Alessandro Marcelli, che ha regalato ai presenti una intensa esibizione canora, si occuperà del settore canto.

Successivamente al brindisi (svoltosi nel pieno rispetto di quanto disposto dalle normative anti-covid), i nuovi gestori hanno regalato al pubblico presente in sala la messa in scena della divertente farsa dal titolo “Miseria bella” di Peppino De Filippo.  La piece vede protagonisti due squattrinati artisti, il pittore Vincenzo Floscio (interpretato da Alberto Parsi) ed il più giovane scultore Eduardo Morelli (interpretato da Claudio Tagliacozzo) tirano a campare alla giornata, tra espedienti, in una stanzetta in affitto di un palazzo fatiscente. La fame e la debolezza accompagnano i due nelle brevi ma intense vicende che li vedono coinvolti nella disperazione del loro stato. Ed allora i due si barcamenano, tra gag e battute, fingendosi grandi artisti dapprima con Pasqualina la portiera, (interpretata da Jessica Ritarossi) e con Gustavo il maitre del ristorante (interpretato da Andrea Torre), poi con il benestante Nicola Melasecca (interpretato da Andrea Stocco) e con la nobile baronessa Giulia (interpretata da Manuela Serpetti). Ovviamente incorrono in una figuraccia dietro l’altra, riuscendo con difficoltà a reggersi in piedi per i morsi della fame. Quando anche Giulia, alla quale era stato promesso un bozzetto, va via dalla casa, uno spiraglio di luce, ovviamente sotto forma di cibo, illumina i due poveracci. A conclusione di una terrificante giornata si presenta anche l’ingombrante figura del padrone di casa, il sig. Rolando (interpretato da Angelo Giovannetti) che non solo pretenderà il fitto mensile ma sarà anche pronto a sbattere i due artisti fuori di casa.

La presentazione è terminata in un’atmosfera molto serena e con quella briosa prospettiva di poter di nuovo assaporare le emozioni legate alle iniziative dell’Auditorium, un luogo così caro non solo ai cittadini di Palestrina ma a tutti gli appassionati di cultura che tornano a poter scegliere di valorizzare il proprio tempo libero in modo costruttivo e divertente recandosi all’Auditorium “Giovanni Pierluigi” a Palestrina.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Circa Alessandra Battaglia

Per Alessandra scrivere è come respirare, naturale e necessario. Solare e perfettamente nel suo elemento davanti ad un pubblico reale o virtuale che sia, Alessandra ha avuto modo di condurre interviste, festival ed eventi culturali per stampa e TV fin dal 2000. Per molti anni ha curato il settore cultura di diversi giornali locali con incursioni sui nuovi media fino a quando insieme a Gianni e David hanno dato vita a Monolite Magazine che fonde le passioni del trio fotografia, video e scrittura.

Vedi anche

La mostra “Roma, nascita di una capitale”: orario prolungato e visite gratuite

 Nell’ambito dell’Estate Romana 2021, appuntamenti anche serali per visitare la mostra “ROMA. NASCITA DI UNA …

Il 1° agosto: gratis i musei di Roma

Domenica 1° agosto torna l’appuntamento con la prima domenica del mese gratuita, promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Tutti i …

Premio Letterario “Caffè Corretto – Città di Cave”: un altro trionfo

Colleziona ancora un altro successo l’edizione 2021 del “Premio Letterario Caffè Corretto – Città di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *