lunedì , 5 Dicembre 2022

Ultimi due giorni dei Mondiali di Equitazione al Vivaro

Oggi va in scena l’affascinante disciplina degli attacchi ai Fei Champions World 2022. Prima di scoprire tutto sulle sfide disputate e sulle ultime due straordinarie giornate all’insegna della grande equitazione ricordiamo anche che sport e solidarietà è il binomio perfetto che continua a dare speranza ai meno fortunati grazie alle vendite del pony peluche, deliziosa mascotte che trovate nello stand dedicato per aiutare la ricerca medica.
L’iniziativa parte dalla vicenda di Hannah Francis, 18enne britannica grandissima appassionata di equitazione, prematuramente scomparsa a causa di una grave malattia. Il suo racconto, fatto attraverso la voce del suo pony, appunto rappresentato con il peluche, continua ad emozionare tutto il mondo dello sport. Il blog www.willberrywonderpony.org è la testimonianza di Hannah attraverso la voce della sua mascotte Willberry Wonder Pony. Oggi l’associazione ‘Hannah’s Willberry Wonder Pony’ supporta chi sta combattendo la stessa battaglia di Hannah: il ricavato delle vendite crea la raccolta fondi per la ricerca sui tumori ossei e per combattere l’osteosarcoma.
Avere un pony di peluche aiuta a realizzare i desideri dei piccoli impegnati a combattere nella stessa lotta di Hannah.

Oggi, sabato 24 e domani, domenica 25 settembre, le competizioni mondiali da cui usciranno i ‘campioni’ in lizza per arrivare alle Olimpiadi si concentrano sulla disciplina degli scenografici “Attacchi” che mostrano delle meraviglie carrozze guidate dai cavalli in gara. La tradizione vuole che l’equitazione, e in particolare alcune sue specialità, siano una disciplina da tramandare di padre in figlio, un’eredità da raccogliere condividendo una passione che, anno dopo anno, diventa sempre più preponderante. Si vede da ciò che sta accadendo ai Pratoni del Vivaro dove si stanno svolgendo i Fei World Championships. Tra i trentotto partecipanti che tra giovedì e venerdì scorsi si sono sfidati nelle prove di Dressage, ci sono due coppie di padri e figli: gli olandesi Ijsbrand e Bram Chardon e gli ungheresi Jozsef Sr e Joszef Jr Dobrovitz.

I driver competono sia a livello individuale, sia come team con la squadra nazionale, in cui si sommano i punteggi ottenuti dai vari componenti. Passare ore e ore accanto al proprio padre, avere la possibilità di condividerne gioie e dolori, vivere in mezzo ai cavalli fin da bambino e assaporare il gusto della competizione dentro le mura di casa sono le condizioni che permettono di creare questo speciale legame che dura tutta la vita. È il caso di Bram Chardon, giovane olandese che ha seguito le orme del padre Ijsbrand, dodici medaglie mondiali, tra individuale e team, di cui cinque d’oro: «Avevo 16 anni, l’ho visto diventare campione del mondo e ho pensato: ‘Questo è quello che voglio fare’». Un percorso non semplice, che prevede anche un certo tipo di organizzazione: «Gareggiare in questo modo è fantastico anche se può essere difficile a volte. Ci sono dei driver che faticano ad avere un team a questo livello, noi ne abbiamo due, due outdoor team, due indoor team, sempre in top 10, sempre qualificati al Mondiale, è una sfida per la famiglia. Ci supportiamo a vicenda – ha concluso il driver olandese – chiaramente ne vale la pena se alla fine riesci ad arrivare sul podio». Nel segno del padre, dunque.

 

Circa redazione

Il Giornale dei Castelli Romani e Monti Prenestini. Notizie, inchieste, approfondimenti, aggiornamenti in tempo reale, interviste e dirette.

Vedi anche

“Pensavo fosse amore”, Mostra Collettiva d’Arte negli ospedali della Asl Roma 6 per dire NO alla violenza di genere

  Se potessi dirlo a parole non ci sarebbe motivo di dipingere Edward Hopper   …

Daniel Pennac al Teatro Artemisio Gian Maria Volonté di Velletri 

Prosegue fino al 24 Marzo 2023 la stagione d’eccellenza per i 130 anni del Teatro Artemisio Volonté, Domenica …

Incontro con l’autore Rocco Della Corte alla Biblioteca di Velletri

La Biblioteca Comunale “Augusto Tersenghi” di Velletri presenta “Incontro con l’autore Rocco Della Corte”, un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.