Home Rubriche Laghetto di San Benedetto, i caraibi a due passi da Roma

Laghetto di San Benedetto, i caraibi a due passi da Roma

da Gianni Alfonsi

A poco meno di un’ora da Roma c’è un paradiso naturale caratterizzato da un laghetto che è una vera e propria piscina naturale con acque color smeraldo, dove si getta il fiume Aniene creando una bellissima cascata. È il Laghetto di San Benedetto di Subiaco, un angolo di paradiso, nascosto tra i Monti Simbruini, è un posto magico ed è più volte è stato definito come “i caraibi a due passi da Roma”.

LAGHETTO DI SAN BENEDETTO

Il Laghetto di San Benedetto si trova a Subiaco, ed è l’unico lago artificiale rimasto intorno a cui si articolava la Villa di Nerone. Si tratta di un piccolo specchio d’acqua turchese circondato da rocce calcaree e si trova proprio nella valle sottostante il Monastero Benedettino di Subiaco. Questa meraviglia della natura nascosta nel cuore del borgo, si raggiunge attraverso uno scenografico sentiero che giunge fino al fiume. Il cammino vi condurrà verso un’oasi di pace e tranquillità, lontana dal caos cittadino.

In questo angolo ancora segreto, potrete tuffarvi nelle acque fresche alimentate dalla cascata e cirocondate da pioppi, salici bianchi, noccioli e carpini. Il colore dell’acqua qui assume tutte le tonalità di verde, a seconda dei raggi di sole che creano dei giochi luminosi sullo specchio d’acqua.

Viaggiando con Gusto

Le tracce del passaggio di San Benedetto, escursioni sul fiume Aniene e sulla neve, passeggiate in mezzo alla natura incontaminata del Parco dei Monti Simbruini e piatti della tradizione. Subiaco, a un’ora di macchina da Roma, è la meta ideale per una gita o un breve soggiorno in ogni stagione dell’anno.

Qui san Benedetto predicò la parola del signore e sperimentò nella vita cenobitica la famosa Regola di san Benedetto che, redatta per iscritto nel 534, sarà adottata dall’ordine Benedettino in tutta Europa. Due sono i siti da visitare e si trovano subito fuori Subiaco, raggiungibili facilmente in auto ma anche a piedi, e vicinissimi l’uno all’altro: il Monastero di Santa Scolastica e il Monastero di San Benedetto

Le tradizioni gastronomiche Sublacensi sono sostanzialmente basate sui prodotti della terra e del fiume, e legate ai cicli stagionali della vegetazione come ad esempio i cavoli, le olive, le patate, le cipolle, i fagioli, i fagiolini, il granturco, le castagne, i funghi  porcini, galletti e prataioli e le trote.

Alcune delle innumerevoli ricette tipiche tradizionali sono:   Ju pappaciúccu (pietanza mista di pizza di granturco o di pane di frumento con cavoli lessi, il tutto saltato in padella); Ju Fallò (pane con farina di Mais); La Pulènna (polenta) co lle spuntature de porcio; Ju salame degliu re (Salame del Re – rotolo di pan di spagna con la cioccolata); La tròtta n’ guazzetto (la trota); i tozzetti; I subbjàchini (biscotto tipico di Subiaco); I mursellitti (Biscotto tipico di Subiaco); I bróccuji ncancaríti; Pizza e erbe.

Come arrivare

Il Laghetto si raggiunge attraverso una piacevole passeggiata che segue il percorso del fiume. Si raggiunge con il percorso ST2 (Sentiero Turistico) partendo da due luoghi: uno che parte dai ruderi della villa di Nerone, da Subiaco verso i monasteri benedettini, un secondo percorso che parte dal Monastero di S. Scolastica; nei pressi della Chiesetta di San Michele Arcangelo. Il sentiero è lungo quasi 2 chilometri e il tratto più bello è quello che raggiunge il fiume.

Mappa

Ti potrebbe interessare anche:

1 commento

18 idee per sabato 25 e domenica 26 Novembre – WordPress Website Novembre 26, 2023 - 12:11 am

[…] Se poi amate il fascino di un laghetto nascosto tra i boschi, allora visitate questo link si tratta del Laghetto di San Benedetto. […]

Rispondi

Lascia un Commento