Home Attualità Alla scoperta della Storia: la gita di istruzione a Cassino delle scolaresche di Colonna

Alla scoperta della Storia: la gita di istruzione a Cassino delle scolaresche di Colonna

Il valore delle esperienze vissute dai ragazzi

da Alessandra Battaglia

L’educazione non è solo apprendimento sui libri di testo, ma anche esperienze tangibili che permettono ai giovani di comprendere la complessità e la drammaticità degli eventi storici. Questo è stato il pensiero guida della Professoressa Luisella di Colonna e dei suoi colleghi nell’organizzare la gita di istruzione a Cassino, il 21 e 22 marzo scorsi, per le classi III dell‘Istituto Comprensivo “Don Lorenzo Milani” presso il plesso “Tiberio Gulluni” di Colonna.  Quando ascoltiamo la soddisfazione con cui si tratteggia l’ottimo bilancio educativo dell’iniziativa appena conclusa ci incuriosiamo e approfondiamo l’argomento.

Nell’intervista che segue la Professoressa Luisella Pasquali sintetizza l’esperienza formativa per i ragazzi, a nome di tutto il personale docente che ha contribuito alla buona riuscita del viaggio di istruzione. Professoressa, come è nata l’idea del progetto di visita?

Quest’anno abbiamo scelto di tenere la Gita di Istruzione a Cassino in quanto ricorrono 80 anni dagli avvenimenti di questa battaglia, che hanno da sempre colpito l’immaginario di tutti, come il Bombardamento distruttivo dell’Abbazia avvenuto ad opera degli alleati il 15 febbraio 1944. Gli studenti sono stati preparati a visitare quei luoghi pieni di storia, attraverso la visione di documentari e l’ascolto di storici; importante era toccare con mano la vicenda che aveva stravolto la vita dei civili, un’inevitabile confronto con quello che i ragazzi vedono in televisione.

Scopriamo così che l’itinerario è stato individuato in occasione di una ricorrenza speciale, legata agli avvenimenti storici che hanno segnato profondamente la città di Cassino durante la Seconda Guerra Mondiale. Uno dei momenti salienti di quella terribile vicenda fu infatti il bombardamento della splendida Abbazia di Montecassino, un evento che ha lasciato una ferita indelebile nella memoria collettiva. Grazie al lavoro di studio svolto in preparazione del viaggio di istruzione, gli studenti sono giunti nei luoghi della gita ben consapevoli dell’impatto devastante della guerra sulla vita dei civili. L’obiettivo era chiaro: immergersi nella realtà di quei tragici eventi e confrontarsi con la narrazione mediatica moderna per sviluppare spirito critico e di analisi della realtà contemporanea e dei fatti storici.

Professoressa, può descriverci la partecipazione delle vostre scolaresche di Colonna?

Hanno partecipato le classi III dell’I.C. “Don Lorenzo Milani” plesso “Tiberio Gulluni” di Colonna, Scuola di Memoria e di Pace;  in totale 41 studenti e 4 professori accompagnatori, Daniele Ciuffa, Sabrina de Pace, Francesca Palmerio e Luisella Pasquali.

Opportunamente accompagnati dai docenti, gli alunni si sono avventurati in un viaggio attraverso la storia, visitando luoghi simbolici testimoni silenti della distruzione della guerra.  Come si è svolto il viaggio di istruzione nell’itinerario da voi prescelto?

La visita in luoghi significativi quali il Sacrario Militare Italiano di Montelungo, ha portato i ragazzi a riflettere sulla giovane età di quei soldati che sacrificarono la loro vita perchè oggi noi potessimo vivere in libertà; il paese abbandonato di San Pietro Infine, muto testimone della distruzione della guerra, mai più ricostruito, patrimonio UNESCO e simbolo della volontà di Pace.

Cassino con il suo Castello Medievale di Rocca Janula; quindi il Museo Multimediale “Historiale” progettato dalle Officine Rambaldi. Qui gli studenti attraverso le immagini, i suoni e gli spunti di riflessione, hanno elaborato cosa significhi realmente la guerra e di quello che accadde 80 anni fa.

La visita nei luoghi del Monastero di Montecassino, al Cimitero Polacco ed al Museo ivi presente hanno ulteriormente suscitato l’emozione degli studenti, chiudendo la giornata al tramonto nel silenzioso ed impressionante del Cimitero del Commonwelth. Gli studenti hanno seguito tutte le proposte con grande attenzione e rispetto, suscitando anche i complimenti di coloro che lungo questi due giorni abbiamo incontrato.

 

Questa esperienza ha permesso agli studenti di vivere la storia in prima persona, di recarsi sulle tracce di una pagina della nostra storia condivisa, emblema delle sciagure legate a qualunque conflitto, e di portare con loro un bagaglio di conoscenze e emozioni che li accompagneranno per sempre nel loro percorso di crescita e formazione.

Desidera aggiungere altro, Professoressa Luisella Pasquali?

Un ringraziamento particolare va all’Associazione Battaglia di Cassino, che tramite il Presidente Roberto Molle ci ha guidato nei riferimenti storici; tutti coloro che abbiamo incontrato nella visita che hanno dimostrato grande disponibilità ed attenzione, infine non da ultimo il personale dell’Hotel Edra per la calorosa accoglienza. Chiaramente a nome mio come di tutto il personale docente ringrazio la nostra Preside, Professoressa Fabiola Tota, per la disponibilità nel promuovere iniziative rivolte alla formazione di futuri cittadini consapevoli.

 

Così le scolaresche aderenti alla gita hanno raggiunto lo scopo prefisso dal scopo del viaggio di istruzione, a quanto detto dalla Professoressa Luisella Pasquali, cioè esplorare profondamente gli eventi tragici e valutare in modo critico la rappresentazione mediatica contemporanea. Questa esperienza concorrerà a stimolare negli alunni lo sviluppo di una visione analitica della realtà attuale, purtroppo ancora segnata da vicende a carattere bellico, e dei fatti storici che tanto possono insegnarci.

Alessandra Battaglia

Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un Commento