giovedì , 29 Ottobre 2020

Epic, Spotify e altri contro Apple. Nasce la “Coalition for App Fairness”

Sembrava aver avuto una pausa la battaglia tra  Epic Games e Apple per le tariffe applicate sui pagamenti in App. Al contrario, nasce oggi una coalizione di aziende che punta ad indebolire la posizione di Apple attraverso delle leggi

L’unione fa la forza. Dopo aver avviato separatamente diverse battaglie legali, ora alcune delle principali aziende tecnologiche che contestano ad Apple la politica commerciale che impone una sorta di “ritenuta” per i pagamenti in-app, hanno deciso di coalizzarsi per richiedere alle autorità antitrust un intervento per modificare quella pratica

Spotify, Epic Games e altre società si uniscono per sostenere la riduzione delle commissioni applicate da Apple per l’App Store e ridimensionare le linee guida. Nasce la “Coalition for App Fairness”

La Coalition for App Fairness avrà due sedi: Washington e Bruxelles,  l’obiettivo è quello di sostenere modifiche legali che costringano Apple a rivedere la propria politica commerciale.

Le commissioni  Apple sono comprese tra il 15% e il 30% per le app che utilizzano il suo sistema di pagamento in-app e stabilisce regole molto rigide che le aziende devono rispettare per essere distribuite attraverso il suo App Store. Secondo  molti sviluppatori, queste condizioni sono troppo restrittive, e pongono Apple in una posizione dominante per quanto riguarda la commissione da applicare agli acquisti degli utenti di iOS.

Fortnite Vs Apple

“Fortnite è più di un gioco”, spiega la compagnia di Tim Sweeney. “È una comunità molto social il cui valore dipende il larga parte dalla possibilità di connettere tra loro gli utenti. Epic ha costruito una community sulla quale le persone contano. Rimuovendo Fortnite da App Store, Apple ha privato milioni di utenti dei loro amici e familiari nella community di Fortnite, che fa affidamento interamente sulla connettività. La protesta dei videogiocatori è stata dirompente. Il numero dei giocatori attivi su iOS è calato del 60% fin da quando Fortnite è stato rimosso da App Store, e la rimozione ha già causato danni irreparabili alla reputazione di Epic. […] Epic potrebbe non vedere più quegli utenti”.

Tutto è cominciato prima dell’estate: la Epic Game, colosso dei videogiochi e titolare di Fortinite, il Battle Royal più famoso del momento, decide di non pagare più le commissioni ad Apple. Da qui ha inizio una dura battaglia legale che porta la Casa di Cupertino ad escludere Fortnite dall’ App-Store.

Una coalizione anti-Apple

Tra le aziende che si sono coalizzate in questa organizzazione si trovano, oltre ai “big” Epic, Match e Spotify, altri attori dell’industria digitale come, per esempio, Basecamp, Blix, Blockchain.com, Deezer e Tile, insieme a sviluppatori europei tra cui European Publishers Council, News Media Europe e Protonmail.

Sarah Maxwell, una rappresentante dell’organizzazione, ha detto che il gruppo è stato fondato “dalla mancanza di speranza che le cose possano cambiare” e mira a reclutare più sviluppatori possibile in modo tale che autorità come l’Antitrust europeo possa analizzare le richieste dell’organizzazione. “Nonostante sia fantastico avere i grandi nomi come Epic e Spotify nel gruppo, non stiamo parlando solo per loro”.

Ripercorrendo le dispute che sono ancora in corso contro Apple troviamo una citazione in giudizio da parte di Epic presso il tribunale federale degli Stati Uniti in California per rivendicazioni antitrust e una denuncia antitrust nell’Unione europea da parte di Spotify.

Infine l’organizzazione ha redatto anche quelli che secondo loro dovrebbero essere i 10 “Principi dell’App Store” tra cui spicca il principio secondo cui “Nessun sviluppatore dovrebbe essere tenuto a pagare commissioni ingiuste, irragionevoli o discriminatorie”.

 

  •  

Circa Gianni Alfonsi

Ciao, mi chiamo Gianni e sono un marito, un padre e un fotografo. Vivo a Roma, ma lavoro in Italia e all’estero. Amo dormire con le finestre aperte d’estate. Mi diverto a fare le buche in spiaggia, amo gli abiti vintage, ma non li indosserei mai, mi piace guardare la pioggia dietro la finestra. Il Reportage, il Teatro, e la fotografia di Matrimonio sono le mie grandi passioni. Sono affascinato dallo Story telling, dal reportage. Mi piace raccontare storie.

Vedi anche

Città di Valmontone (calcio, I cat.), capitan Moroni: “Questa squadra è da primi tre posti”

Secondo pareggio consecutivo per il Città di Valmontone nelle prime due giornate di Prima categoria. …

Polisportiva Bellegra (calcio, Promozione), Scotini è il neo tecnico: “Arrivo con tanto entusiasmo”

La Promozione della Polisportiva Bellegra volta pagina. La sconfitta di domenica scorsa sul campo dell’Almas …

Football Club Frascati, il responsabile della Scuola calcio Marcelli: “Noi procediamo così”

Ha creato diversi dubbi nel settore sportivo (e calcistico in particolare) l’ultimo decreto governativo che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *