domenica , 26 Giugno 2022

Venerdì 4 dicembre 2020 si terrà la cerimonia digitale della 60ª edizione del Premio Nazionale Frascati Poesia “Antonio Seccareccia”

Sarà un’edizione speciale quella del Premio Nazionale Frascati Poesia Antonio Seccareccia. Intanto perché, per le norme anti covid, sarà un’edizione digitale da seguire in diretta online, poi perché è la 60a edizione e infine perché ricorre il 100° anniversario della nascita di Antonio Seccareccia, uno dei padri fondatori del concorso portico frascatano. La cerimonia di premiazione si terrà venerdì 4 novembre 2020 alle ore 18 con la partecipazione di una rappresentanza dei ragazzi che hanno avuto modo di lavorare sulle opere in concorso e dei componenti della giuria.

I tre poeti finalisti sono Paolo Fabrizio Iacuzzi con Consegnati al silenzio (Bompiani), Alessandro Moscè con La vestaglia del padre (Aragno) e Stefano Simoncelli con A beneficio degli assenti (PeQuod). Uno di loro sarà il vincitore dell’edizione 2020. Il Premio alla carriera andrà invece al poeta e scrittore Nanni Cagnone, uno dei protagonisti della migliore ricerca sperimentale italiana. Per il centenario della nascita sarà proposto un evento di studi dedicato ad Antonio Seccareccia. Il Premio è organizzato dall’Associazione Frascati Poesia, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Frascati, il Comune di Galluccio e l’Azienda Vinicola “Cantine Telaro” – Galluccio.

«Torna in una veste inedita il Premio nazionale Frascati Poesia Antonio Seccareccia, che porta in finale tre importanti voci del panorama poetico italiano – dichiara il sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti -. Sarà un’edizione limitata purtroppo dal rispetto delle normi anti-covid che prevedono solo una partecipazione online alla cerimonia conclusiva e questo è un peccato, perché è sempre stato un momento importante per la nostra città, la cui immagine viene rilanciata da questa manifestazione che si svolge ininterrottamente da 60 anni. Ringrazio per quanto fatto Rita Seccareccia e l’Associazione Frascati Poesia».

Paolo Fabrizio Iacuzzi (Pistoia, 1961) pubblica la sua prima raccolta di poesie intitolata Magnificat nel 1996, cui seguiranno: Jacquerie (2000), Patricidio (2005) e Rosso degli affetti (2009). È del 2016 Pietra della pazzia, del 2020Consegnati al silenzio.

Alessandro Moscè (Ancona, 1960), vive a Fabriano. Ha pubblicato le raccolte poetiche L’odore dei vicoli (2004), Stanze all’aperto (2008), Hotel della notte (2013), la plaquette in e-book Finché l’alba non rischiara le ringhiere (2017) e La vestaglia del padre (2019).

Stefano Simoncelli (Cesenatico,1950), vive ad Acquarola sulle colline di Cesena. I suoi libri di poesia: Via dei Platani (1981), Poesie d’avventura (1989), Giocavo all’ala (2004), La rissa degli angeli (2006), Terza copia del gelo (2012), Hotel degli introvabili (2014), A beneficio degli assenti (2020).

Circa redazione

Il Giornale dei Castelli Romani e Monti Prenestini. Notizie, inchieste, approfondimenti, aggiornamenti in tempo reale, interviste e dirette.

Vedi anche

DAL 15 AL 26 GIUGNO – TEATRO PETROLINI ELISA FORTE IN “MODERN LOVE #4 – NON CI POSSO CREDERE”

Arriva dal 15 al 26 giugno al Teatro Petrolini, via Rubattino, 5 a Roma il …

APPIA NEL MITO
 Echi di voci e suoni dal passato per raccontare il presente

Al via la I EDIZIONE
 della Rassegna con due spettacoli che al meglio esprimono il …

Il 18 e il 19 giugno 2022  torna finalmente la manifestazione culturale  “RomArché 11. Parla l’archeologia”  al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia  

“RomArché. Parla l’archeologia”, festival annuale dedicato all’archeologia, in particolare agli strumenti per la divulgazione storica (libri, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *