venerdì , 22 Gennaio 2021

L’ultima possibilità di Fabio Martella alla Lega Marino?

Riceviamo e pubblichiamo dal Gruppo della Lega di Fabio Martella:« Cari  Durigon e Bruognolo, rispettivamente coordinatore regionale e coordinatore provinciale della Lega per Salvini, chi scrive rappresenta un gruppo di iscritti alla Lega Marino e molti cittadini elettori di centrodestra. Vi proponiamo alcuni semplici quesiti e attendiamo delle semplici risposte da chi la Lega la gestisce a livello provinciale e regionale, senza mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi facendo finta che niente sia accaduto…

Noi non vogliamo una Lega complice dei poteri distruttivi della Marino che verrà. Non vogliamo come al solito che le decisioni di pochissime persone danneggino ancor di più il bene di quarantacinquemila abitanti.
Le domande sono poche ma dirette:

  • Perché non rispondete alla mia richiesta di candidatura a Sindaco come uomo della Lega sul territorio avanzata già nel mese di giugno 2020?
  • Perché mi viene impedito di utilizzare il simbolo mentre altri candidati per di più cosiddetti civici lo utilizzano per ogni uscita pubblica o privata sui propri video, manifesti e incontri?
  • Avete forse già scelto a chi affidare il simbolo ma non trovate il coraggio di argomentarlo politicamente alla città?
  • Perché non rispondete alla richiesta del mio gruppo che chiede nella peggiore delle ipotesi di dare vita alle primarie di coalizione coinvolgendo anche più partecipanti o comunque chi si ritenesse disponibile per rappresentare il centrodestra cittadino?
  • Pensate davvero che così la Lega aumenti i propri consensi sul territorio?

Non vorremmo mai pensare che la nostra città venga sacrificata in base ad accordi sovracomunali a beneficio di altre città ma avere due centrodestra e mezzo e già un abdicare con sei mesi di anticipo.
Non date ascolto a chi porterà milioni di voti, l’ottanta per cento delle liste sono scatole vuote e se veramente volete battere PD e Cinquestelle serve ben altro e soprattutto serve coesione non disgregamento, a questo ci hanno già pensato dal 2005 al 2015.
Ultimo ma non ultimo ci preme sapere cosa vi porta a distanza di 4 anni ad abbracciare una candidatura che avevate rifiutato nel 2015…

Fulminati sulla via di Damasco oppure sulla via del Divino Amore?

Anche questo merita una spiegazione politica, non trovate?
Fiduciosi attendiamo».

  •  
  •  
  •  
  •  

Circa redazione

Il Giornale dei Castelli Romani e Monti Prenestini. Notizie, inchieste, approfondimenti, aggiornamenti in tempo reale, interviste e dirette.

Vedi anche

Football Club Frascati, Marcelli: “Gli allenamenti della Scuola calcio sono tornati di un’ora e mezzo”

Anno nuovo, vita “vecchia”. Il Football Club Frascati (che prima di Natale aveva pure celebrato …

Comune di Labico (Rm): RIFIUTI ELETTRONICI ED ELETTRODOMESTICI: IL 23 GENNAIO RACCOLTA STRAORDINARIA, DAL 30 SERVIZIO STABILE.

RAEE (Rifiuti elettronici ed elettrodomestici): sabato 23 gennaio, dalle 8 alle 13, raccolta straordinaria presso …

DA GROTTAFERRATA APPELLO ALL’UNITA’: SOLO INSIEME USCIREMO DALLA PANDEMIA

Le associazioni culturali e di settore di Grottaferrata, all’inizio di questo nuovo anno, hanno prodotto …

Un commento

  1. Fabio Martella e il suo gruppo di sostenitori, con questa lettera aperta, portano all’attenzione dell’opinione pubblica l’accesissimo dibattito interno della Lega sulle candidature a Sindaco e sulle prospettive elettorali. Chi scrive questo commento non appartiene al centrodestra, ma non è difficile rilevare una radicalità e un coraggio che sicuramente i provinciali e i regionali di quel partito apprezzeranno molto, a prescindere dalle risposte che sceglieranno di dare. Oppure resteranno molto imbarazzati, politicamente, per la constatata effettiva difficoltà di risanare le divisioni del centrodestra. Parlo ovviamente per ipotesi: non sono titolato a dire io quel che deve fare la Lega. Sono titolato però a democraticamente anche poter riflettere per iscritto grazie a ” Monolite”, e al suo Direttore, che pubblicano notizie molto interessanti per chi ama la politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *